Patologie otorinolaringoiatria

Patologie cutanee e dermatiti
Gennaio 18, 2018
Patologie respiratorie
Gennaio 18, 2018

Malatie della faringe

Condizioni sfavorevoli negli ambienti di lavoro, clima secco, ambienti surriscaldati o contenenti polveri e vapori, allergie, abuso di alcool e/o di tabacco, scorretta igiene orale sono spesso al’origine di queste infezioni che accompagnano la vita di moltissimi italiani. Ma non solo provenienti da condizioni esterni, maggior parte dei disturbi vengono dal interno, dal psichico ed è proprio quello che si deve curare per primo. Faringite acute (malatie infettive acute di origine virale o batterica), Faringiti croniche (forme irritative, infiammatorie e distrofiche), Malattie del rinofaringe e dell'orofaringe, Reflusso gastro - esofageo, Patologie generali dell'organismo, Fattori climatico-ambientali, ecc.

Malatie del naso e dei seni paranasali:

- riniti e rinosinusiti: l'infiammazione faringea sarebbe provocata dalla continua discesa in faringe di muco nasale infetto.
- ostruzione respiratoria nasale nasale causata da: deviazioni del setto, ipertrofia dei turbinati, allergia, polipi. In questi casi si instaurano condizioni analoghe a quelle che sono alla base dei processi infiammatori cronici aspecifici delle vie aeree. La mancanza di una corretta funzione nasale (riscaldamento, filtrazione ed umidificazione dell'aria inspirata) espone la faringe ad inalazione di aria fredda, piena di sospensioni e non umidificata, causando una irritazione continua sulla mucosa.

>Malatie del rinofaringe e dell'orofaringe: adenoiditi e tonsilliti recidivanti, reflusso gastro-esofageo Può essere ricontrato in esofagiti, gastriti, ernia o ulcera gastrica. La presenza in esofago anche di minime quantità di succo gastrico o di gas, che reffluiscono saltuariamente dallo stomaco, danneggia chimicamente la mucosa dell'esofago, della faringe e della laringe.

SINTOMATOLOGIA

I pazienti accusano frequentemente alterazioni della sensibilità della gola (parestesie) sotto forma di senso di corpo estraneo, di solletico o di secchezza. E' sintomo costante la necessità di deglutire continuamente, ma la deglutizione non è mai dolorosa, anzi coincide spesso con la temporanea scomparsa dei sintomi. I pazienti avvertono inoltre la continua necessità di raschiare la gola irritando ancora di più la mucosa e sostenendo in questo modo il perdurare dei sintomi. Può essere presente tosse stizzosa, talvolta violenta, resistente alle cure e persistente. Grazie ad una esperienza maturata in anni di lavoro e contatto diretto col paziente, potete rivolgervi a noi per il trattamento di stomatiti, tonsilliti, faringiti, gengiviti, ascessi, pieliti, ecc.

Trattamenti:

Con un massimo di 6 trattamenti con la bioterapia / pranoterapia spariscono tutti i sintomi e disturbi senza l'uso dei farmaci.

Buy now